Il carisma Francescano-Mariano…

   Una preziosa novità dell’Istituto religioso delle Suore Francescane dell’Immacolata è costituita dal Voto Mariano della Consacrazione illimitata all’Immacolata. Il Voto Mariano è il primo dei voti emessi dalle Suore nella loro Professione religiosa. A esso si aggiungono i tre voti di obbedienza, povertà e castità, comuni a tutti gli altri Ordini e Istituti religiosi.
   Il Voto Mariano ha come scopo la santificazione di ogni frate e suora, ossia la perfetta imitazione di Cristo per la salvezza delle anime, attraverso l’Immacolata Mediatrice di ogni grazia. Esso porta a trasformare le suore nell’Immacolata Mediatrice, per essere Sua presenza di grazia dappertutto, impegnandole a cooperare alla stessa missione di Mediatrice universale dell’Immacolata. Il Voto mariano riveste e riempie di “marianità” tutta la vita evangelica francescana e porta ad assimilare ogni “Casa dell’Immacolata” a Santa Maria degli Angeli, la “Porziuncola” di Assisi, dove i primi frati con san Francesco, sotto gli occhi materni di Maria, vivevano una «vita veramente angelica», come scrive il primo biografo di san Francesco, il beato Tommaso da Celano.
 

…Missionario

   Uno dei frutti primari del Voto mariano è la missionarietà a tutto campo per raggiungere ogni uomo a cui donare Colei che è la Genitrice di Cristo in ogni cuore che batte sulla terra.
    È appassionante questa aspirazione e tensione a salvare tutte le anime attraverso l’Immacolata Mediatrice, magari spostandosi da un continente all’altro per aprire nuove stazioni missionarie di Frati e di Suore Francescani dell’Immacolata.
    Per questo le suore hanno già aperto diverse case missionarie nelle Isole Filippine e in Brasile, negli Stati Uniti e in Africa, in Terra Santa, in Australia e in Russia; e sono in progetto nuove Case missionarie in Cina, in Messico e in India, senza dimenticare i diversi paesi dell’Europa così bisognosa di rievangelizzazione.

  Se vieni anche tu, vivrai nelle nostre comunità e sarai anche tu, come san Francesco d’Assisi e san Massimiliano M. Kolbe, costruttore del Regno di Dio nel cuore degli uomini attraverso l’Immacolata!

...Contemplativo

   Dono d’inestimabile valore sono, oltre alle case in terra di missione, anche le case di pura vita contemplativa. Con esse, le Suore Francescane dell’Immacolata vengono a immettersi nel filone d’oro degli Eremi e dei Ritiri francescani.
 Le comunità di vita contemplativa costituiscono la novità del “ritorno” ad una realtà francescana andata smarrita e sommersa dagli assalti dell’attivismo. Le Suore Francescane dell’Immacolata contemplative fanno come Mosè che prega con le braccia alzate per sostenere e dare energia alle sorelle e ai fratelli di vita attiva, nel portare avanti sempre la Missione dell’Immacolata Mediatrice.
   L’Immacolata ci conceda di avere numerose case di preghiera, comunità di vita contemplativa, che con San Giovangiuseppe della Croce amiamo suggestivamente chiamare “Colombai della Vergine”, dove si vive la più profonda unione con Gesù, a somiglianza di Maria Santissima e San Giuseppe.